I FRATELLI DI SAN GABRIELE

Nel 18° secolo, viveva in Francia un missionario, Luigi-Maria Grignion da Montfort. Dal momento in cui si lanciò nell’evangelizzazione del popolo, si sentì chiamato dallo Spirito Santo a cercare dei discepoli che come lui vivessero il Vangelo “come gli apostoli”. Per aiutarlo nella sua missione, il Montfort chiamò alcuni Fratelli, fece loro condividere il suo stile di vita e “li uni a lui nell’obbedienza e nella povertà” (Secondo il suo testamento).
In fin di vita, li affidò alla Provvidenza per continuare la sua opera, in particolare con “le scuole di carità”. Nel 1722, la comunità si stabilì a Saint-Laurent-sur-Sèvre vicino a quella della Figlie della Sapienza, diretta da Maria-Luisa di Gesù. I Fratelli vissero con i Padri formando la Comunità dei Missionari dello Spirito Santo. Oltre alle scuole di carità, i Fratelli si dedicavano all’attività missionaria e ai lavori manuali.
Gabriel Deshayes, divenuto Superiore delle congregazioni monfortane nel 1821, donò un nuovo impulso ai Fratelli. Già nel 1824, c’erano più di 40 novizi à pronunciare i voti di castità, povertà e obbedienza. Il Superiore privilegiò la funzione dell’insegnamento. La rapida crescita del numero dei Fratelli insegnanti lo spinse a organizzarli in un istituto autonomo: i “Fratelli dell’Istruzione Cristiana dello Spirito Santo”, che, dopo la sua morte, nel 1841, diventerà indipendente.
Da allora in poi, questo istituto, che venne riconosciuto legalmente per tutta la Francia nel 1853, con il nome di Fratelli dell’Istruzione Cristiana di San Gabriele, si sviluppo occupandosi dell’educazione dei bambini del popolo e quelli sordomuti. Alla fine del XIX secolo, varcò le frontiere della Francia per impiantarsi in Canada e successivamente in diversi paesi d’Europa. L’Istituto è diventato una Congregazione di diritto pontificio nel 1910. Attualmente, la sua attività missionaria si stende in tutti i continenti restando fedele alla Chiesa e alle sue origini.